Islanda, un paese goloso per palati curiosi.

Nonostante da Italiani siamo spesso prevenuti sul cibo in viaggio, sarete piacevolmente stupiti dalla qualità dei piatti che potrete gustare in Islanda. Se un tempo i cibi della tradizione cercavano di essere più sostanziosi che “gourmand”, gli sviluppi nel turismo di questi anni e l’influenza di tante culture hanno fatto si che la qualità dei menù sia molto cresciuta e decisamente di buona qualità. Questo risultato positivo si esprime al meglio, naturalmente, nei principali prodotti dell’isola che sono il pesce e l’agnello. Il primo è peraltro stato fino a pochissimi anni fa l’industria principale e resta la maggiore esportazione, di qualità eccellente e sempre freschissimo. Consigliamo assolutamente di provarlo, anche a chi non amasse particolarmente il pesce, in quanto rimarrete piacevolmente stupiti dalla sua delicatezza. Il secondo è di qualità essenzialmente biologica, dato che gli animali vivono all’aperto per buona parte dell’anno, liberi nella natura incontaminata del paese. La carne di agnello è ottima, molto tenera e non ha il tipico sapore selvatico che spesso da noi la rende poco amata. Mentre alcuni cibi di un tempo, come il famigerato squalo Hákarl o la testa di pecora sono da riservarsi ai palati più avventurosi ed agli spiriti vichinghi, consigliamo invece assolutamente a chi ne avesse l’occasione di non perdere l’opportunità di gustare le ottime aragostine atlantiche, simili a grossi scampi: chi partecipasse ai nostri tour guidati Meraviglie d’Islanda e Gran Tour d’Islanda li troverà inclusi in una cena del viaggio. É sempre possibile soddisfare la richiesta vegetariana, basta pensare che alcune verdure sono addirittura coltivate sul posto grazie alle serre ed all’abbondante energia geotermica. Potrete segnalare eventuali allergie o intolleranze, come facilmente acquistare cibi gluten-free.

Njóttu máltíðarinnar!